Home » Idee/Fatti del Mondo

USA: CHE TASSE PAGA IL BIG BUSINESS

marzo 2012 by:
Tassa1

Nell’universo della libertà, facilità, scioltezza dell’intraprendere, nel pianeta dove il Big Government è quotidianamente contestato, la materia fiscale -aliquote, detrazioni, esenzioni, incentivi, contenziosi- è talmente irta di complessità tecnico-giuridiche che si discute da mesi su un punto quasi lunare: almeno al momento la General Electric e altri pesi massimi non pagherebbero tasse federali. La cosa appare perfettamente assurda. Eppure è partita da un intervento di prima grandezza: nel marzo scorso il ‘New York Times’ affermò appunto che la GE, incarnazione della grande corporation, agisce certi anni tax free. Pronte smentite, tra l’altro additandosi la confusione tra ‘current tax’, ‘taxes incurred’ ed altri concetti e concettismi.

Tuttavia non c’è accordo su come accertare la verità; al punto che un rock group di successo Crosby, Stills & Nash- ha messo la elusione o giù di lì della GE e sue sorelle al cuore di uno spettacolo di denuncia, con canzoni/show quali “Can you believe that they paid no income tax? In fact GE did not pay last year. Not only that, GE got a $3,5 billion giveback!” Veementi proteste dai grattacieli più alti, con deplorazioni della ‘class warfare’ che sarebbe condotta da sinistra. Tuttavia anche ambienti amici dei grattacieli biasimano che essi resistano ostinatamente agli sforzi per fare chiarezza. Gli studi e i calcoli degli esperti indipendenti non sono in grado di ovviare alla reticenza delle corporations, in particolare delle prime 250.

L’esperto Allan Sloan sostiene di avere chiesto per mesi a tre Grandi -GE, Verizon, Exxon Mobil- dati che dimostrino l’effettivo pagamento di imposte federali sul reddito 2010. Le Tre hanno opposto che la legge non esige tale dimostrazione. Sloan: “I suspect that if I called the rest of ‘Fortune 500’ I’d get 497 similar responses”. Per suo conto il competente organismo federale Financial Accounting Standard Board dichiara di non essere tenuto ad imporre alle società quotate di rendere pubbliche cifre sulle ‘taxes incurred’. Questa posizione ufficiale non placa i critici. Sloan insiste: “Disclosing information will save the companies from themselves. And from the Crosby, Stills & Nash folk rock group”.

Anthony Cobeinsy